icon-seminari
Seminario

AIS Torino Piemonte: radici, grappoli, identità e gloria edizione 2022 - terza parte I vitigni internazionali coltivati in Piemonte.

Torino, Sede AIS Piemonte - mappa
07 Aprile 2022 - 09 Giugno 2022
20.30 - 23.00
Corso avanzato di approfondimento.
35 posti diponibili

Modalità di accesso
Il seminario è a numero chiuso, i posti disponibili sono limitati.

L’iscrizione, possibile tramite il sito aispiemonte.it nelle modalità di pagamento previste (carta di credito) sarà ritenuta valida solo al versamento della quota.

Prezzo 300,00

Contatti

Claudia_Iraldo-segreteria

Claudia Iraldo Segreteria AIS Piemonte

Cosa imparerai

In partenza dal 7 aprile 2022 la terza parte del corso sui vitigni piemontesi, dedicata ai vitigni internazionali più significativi coltivati in Piemonte.

Ogni lezione propone l’approfondimento di uno o più vitigni dal punto di vista storico, ampelografico, enologico e sensoriale con una degustazione ragionata di dieci vini da vitigno internazionale prodotti in Piemonte, affiancati a tre vini provenienti dalle zone originarie o molto significative dove il vitigno trattato ha la sua origine.

Si conclude così il percorso iniziato a febbraio 2018 che ci ha accompagnati nella scoperta e nell’approfondimento del patrimonio ampelografico della nostra regione.

Coordinatore del corso:
Mauro Carosso, Delegato AIS Torino

Al termine del corso completo (3 parti), verrà consegnato l’attestato di partecipazione dell’Associazione Italiana Sommelier Piemonte.

Terza parte: i vitigni internazionali coltivati in Piemonte
7 aprile 2022 - CABERNET, MERLOT, SYRAH In degustazione: Roberto Voerzio, Flavio Roddolo, Gillardi, Gianni Doglia, Accornero, Marchesi di Gresy, Proprietà Sperino, La Badina. Con suggestioni dal Bordeaux e Toscana.
14 aprile 2022 - SAUVIGNON, VIOGNIER In degustazione: Marziano Abbona, Ascheri, Giacomo Grimaldi, Marco e Vittorio Adriano, Matteo Correggia, Parusso, Burlotto, Mauro Sebaste. Con suggestioni dal Sancerre, Condrieu, Friuli Venezia Giulia.
5 maggio 2022 - PINOT NERO In degustazione: Poderi Ruggeri Corsini, Poderi Colla, Isolabella Della Croce, M. Alfieri, Merenda con Corvi, Saracco, Castello di Neive, Anselmet. Con suggestioni dalla Borgogna e Alto Adige.
12 maggio 2022 - RIESLING In degustazione: Cà del Baio, Bric Cenciurio, Ettore Germano, Anna Maria Abbona, Vajra, Borgo Maragliano, Castello di Neive, Autin. Con suggestioni dalla Mosella, Alsazia e Alto Adige.
1 giugno 2022 - CHARDONNAY In degustazione: Poderi Bertelli, Cordero di Montezemolo, Bricco Maiolica, Pio Cesare, Giuseppe Cortese, Cerutti, Coppo, La Spinetta. Con suggestioni dalla Borgogna e Chablis.
9 giugno 2022 - MOSCATO In degustazione: Forteto della Luja, Borgo Maragliano, Cà d’Gal, Doglia, Caudrina, Elio Perrone, Bera, Sergio Grimaldi, Saracco, Ezio Cerutti, Marenco, Il Falchetto.

La quota comprende

Frequenza a tutti e 6 gli incontri e relative degustazioni.

Albo docenti

Mario Ubigli, già direttore dell’istituto sperimentale per l’enologia di Asti, presidente onorario dell’OICCE di Canelli.
Anna Schneider, ricercatrice del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).
Vincenzo Gerbi, professore ordinario Università di Torino.
Matteo Monchiero, docente alla Facoltà di Enologia.
Giampiero Gerbi, enologo.
Giuseppe Caviola, enologo.
Dante Scaglione, enologo.
Gianfranco Cordero, enologo.
Piero Ballario, enologo.
Roberto Marro, giornalista.
Antonella Bosso e Maurizio Petrozziello, ricercatori presso Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia di Asti.