icon-seminari
Seminario

AIS Torino Piemonte: radici, grappoli, identità e gloria edizione 2019/20 - seconda parte I vitigni a bacca nera

Torino, Sede AIS Piemonte - mappa
07 Febbraio 2020 - 08 Maggio 2020
20.30 - 23.00
Seminario intensivo
Degustazione di 60 vini

ATTENZIONE: Le attività di AIS Piemonte sono momentaneamente sospese. Gli aggiornamenti saranno comunicati non appena disponibili.

Modalità di accesso
Il seminario è a numero chiuso, i posti disponibili sono limitati.

L’iscrizione, possibile tramite il sito aispiemonte.it nelle modalità di pagamento previste (carta di credito, PayPal) sarà ritenuta valida solo al versamento della quota.

Prezzo 250,00
Iscrizioni chiuse

Contatti

Claudia_Iraldo-segreteria

Claudia Iraldo Segreteria AIS Piemonte

Cosa imparerai

In partenza dal 7 febbraio, la seconda parte del corso suddiviso in tre sessioni, dedicato a chi desidera approfondire la conoscenza e le caratteristiche dei principali vitigni tradizionali del Piemonte, indagandone i diversi aspetti.

Ogni lezione propone infatti l’approfondimento di un vitigno dal punto di vista storico, ampelografico, enologico e sensoriale con una degustazione ragionata di otto campioni delle sue più significative espressioni in differenti territori, stili produttivi, annate.

Il corso è suddiviso in tre parti: cinque serate, già svolte nell’autunno 2019 sui vitigni a bacca bianca, sette serate dedicate ai vitigni a bacca nera, e cinque serate, da ottobre a dicembre 2020 dedicate ai vitigni internazionali più diffusi in Piemonte.

Coordinatore del corso:
Mauro Carosso, Delegato AIS Torino

Al termine del corso completo (3 parti), verrà consegnato l’attestato di partecipazione dell’Associazione Italiana Sommelier Piemonte.

 

Seconda parte: i vitigni tradizionali a bacca nera
7 febbraio - BARBERA In degustazione: Accornero, Braida, Cascina Castlet, Chiarlo, Coppo, Doglia, La Spinetta Marchesi Alfieri, Olim Bauda, Perrone, Spertino.
14 febbraio - GRIGNOLINO In degustazione: Accornero, Alemat, Aresca, Canato, Castello di Uviglie, Gaudio, Stella, Tenuta S. Caterina, Braida, Tenuta Migliavacca, Vicara.
6 marzo - FREISA In degustazione: La Montagnetta, Balbiano, Cascina Gilli, Cavallotto, Rinaldi, Vaira, Rossotto, Tenuta Tamburnin, Vigneti Massa, Le Chiusure.
13 marzo - DOLCETTO In degustazione: Anna Abbona, Marziano Abbona, Gillardi, Accomo, Mossio, Chionetti, Einaudi, Boschis, Caviola, Beltramo, Marenco, Tacchino.
3 aprile - NEBBIOLO prima parte, il Sud Bel Colle, Conterno Fantino, Poderi Oddero, Castello di Neive, Giuseppe Cortese, Rizzi, Correggia, Monchiero Carbone, Malvirà, Monsparone, Tamburnin, Pianfiorito.
17 aprile - VITIGNI RARI In degustazione vini ottenuti da vitigno: Avanà, Slarina, Chatus, Baratuciat, Bianver, Rossese bianco, Malvasia moscata.
8 maggio - NEBBIOLO seconda parte, il Nord In degustazione: Gattinara: Nervi, Travaglini; Ghemme: Cantalupo, Mazzoni; Lessona: Sperino, Clerico; Boca: Le Piane, Barbaglia. Bramaterra: Antoniotti, Colombera & Garella.

La quota comprende

Frequenza ai 7 incontri.
Degustazione di oltre 60 vini.

Ci accompagneranno in questo percorso alcuni importanti personaggi del mondo del vino

Mario Ubigli, già direttore dell’istituto sperimentale per l’enologia di Asti, presidente onorario dell’OICCE di Canelli.
Anna Schneider, ricercatrice del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).
Vincenzo Gerbi, professore ordinario all’Università di Torino.
Matteo Monchiero, docente alla Facoltà di Enologia.
Giuseppe Caviola, enologo.
Dante Scaglione, enologo.
Gianfranco Cordero, enologo.
Piero Ballario, enologo.
Giampiero Gerbi, enologo.
Roberto Marro, giornalista.
Maurizio Petrozziello, ricercatore presso il Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia di Asti