Home
Nel II livello si studia la produzione italiana e internazionale Stampa E-mail
Giovedì 04 Settembre 2014 16:18

Dal 13 ottobre al 22 dicembre 2014 il secondo livello del corso per diventare Sommelier ad Asti

 

 

Lunedì 13 ottobre 2014 prende il via ad Asti il secondo livello del percorso di alta formazione per diventare sommelier, a cura della delegazione locale dell’Associazione Italiana Sommelier che negli ultimi sei anni ha licenziato 95 sommelier.

 

Affrontati col I livello gli argomenti di viticoltura, enologia, tecnica della degustazione e del servizio, che rappresentano le basi della professionalità del sommelier, attraverso quindici nuove serate, fino al 22 dicembre, si tratterà di Enografia nazionale e internazionale.

 

Si approfondiscono così il modo della produzione italiana e straniera e le tecniche della valutazione. Il 3° livello sarà infine dedicato  all’analisi sensoriale dei cibi e l'abbinamento cibo-vino con prove pratiche di assaggio e preparerà i corsisti agli esami di abilitazione che nella tarda primavera del 2015 attribuiranno il titolo di Sommelier AIS.

 

Le lezioni si tengono all’Hotel Reale di piazza Alfieri ad Asti, dalle 20.45 alle 23.15. Come sempre i docenti sono figure di vertice dell’AIS, enologi, sommelier, editori e autorevoli operatori del mondo del vino.

 

Il materiale didattico fornito comprende 2 libri di testo e il quaderno per le prove pratiche.

 

Possono partecipare i soci AIS che abbiano già frequentato il primo livello del corso. Prenotazioni entro giovedì 9 ottobre 2014 presso il delegato AIS Asti Giancarlo Nebiolo, tel. 348 3329250, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 

Il calendario ottobre-dicembre 2014

 

2° Livello di Formazione Professionale per Sommelier

ENOGRAFIA NAZIONALE e INTERNAZIONALE

HOTEL REALE - P.za Alfieri 3, ASTI.

 

Lunedì 13 ottobre - Carosso - Tecnica della degustazione

Lunedì 20 ottobre - Novara  - Toscana/Liguria

Giovedì 23 ottobre - Carosso - Piemonte/ Valle d’Aosta

Lunedì 27 ottobre - Benedetto - Emilia/Marche

Lunedì 3 novembre - Carosso - Lombardia/Trentino

Lunedì 10 novembre - Pericci - Abruzzo/Campania

Mercoledì 12 novembre - Gallo - Francia I

Lunedì 17 novembre - Pericci - Lazio/Umbria

Mercoledì 19 novembre - Gallo - Francia II

Lunedì 24 novembre - Novara - Sicilia/Sardegna

Lunedì 1 dicembre - Guaschino - Veneto/Friuli

Giovedì 4 dicembre - Bevione - Europa

Martedì 9 dicembre - Bevione - Mondo

Lunedì 15 dicembre - Benedetto - Puglia/Calabria

Lunedì 22 dicembre - Carosso - verifica

 

Online: http://www.aisasti.it.

 
Gancia, passato e presente dello spumante italiano Stampa E-mail
Martedì 20 Maggio 2014 00:00

Entrare nelle cantine Gancia significa non solo attraversare i 150 anni

della più vecchia cantina di Canelli ma soprattutto conoscere da vicino la vicenda

dello spumante italiano, le intuizioni di Carlo e Camillo Gancia, le affermazioni
di una realtà 
industriale in Italia e nel mondo.

 

La delegazione Ais di Asti è stata guidata in questo viaggio dal responsabile

dell’ospitalità Franco Ferrero e dal sommelier e agente Claudio Berruti.

Visita alla cantina, tra grandi macchine, strumenti pregiati per la produzione

come la monumentale Marmonier per la pressatura soffice delle uve - ancora

oggi utilizzata per le bottiglie Altalanga - e una articolata documentazione storica

tra filmati, documenti d’archivio aziendali e poster d’epoca in cui la vicenda

aziendale incrocia spesso fatti, personaggi, costume e lavoro della storia

nazionale.

 

Nella sala assaggio un percorso accurato e pieno di spunti:

lo spumante 18 mesi in bianco e in rosa, il 36 e il 60 mesi.

Con sorpresa finale: l'Asti 24 mesi metodo classico millesimato.

 

foto 2

 

foto 4

 

foto 1

 

securedownload-1

 

foto 5

 

 

 

 

 
Braida, la tappa obbligata di Rocchetta Tanaro Stampa E-mail
Mercoledì 14 Maggio 2014 00:00

Per chi ama la Barbera quella di Braida a Rocchetta Tanaro

è una tappa imprescindibile.

 

Così un nutrito gruppo di corsisti Ais della delegazione di Asti - che qualche
settimana prima aveva degustato La Monella 2013 e il Bricco dell' Uccellone
2008 - ha avuto il privilegio di visitare la cantina storica dell’azienda iniziata
dal bisnonno Giuseppe Bologna. Fu il figlio Giacomo a dare inizio
alla consacrazione internazionale della Barbera affinandola nelle barriques
francesi, pratica rivoluzionaria allora in Italia e ora molto utilizzata.

La sommelier Giulia Ferrari ha introdotto il gruppo alla sede dove si produce
e si affina, sostando nella mirabile Barricaia.

Poi la degustazione: Barbera Montebruna 2012, Bigotta 2011 e Bigotta 2005.
Quando è stato il turno di “Ai suma” (2005), “apice” dell’azienda,
è intervenuta Raffaella Bologna. Insieme a Giuseppe - sono entrambi enologi-

costituisce la terza generazione “Braida”.

 

foto 4

 

foto 5

 

foto 3

 

foto 1

 

 
I venti nuovi sommelier dell'AIS Asti Stampa E-mail
Venerdì 04 Aprile 2014 00:00

Sono venti i Sommelier che il corso curato dall'AIS di Asti ha appena diplomato

durante una cerimonia presso l'azienda Guido Berlucchi di Borgonato,

nel cuore della Franciacorta in provincia di Brescia. 

Al termine del percorso di alta formazione dell'Associazione Italiana Sommelier, articolato

nei tradizionali tre livelli presso l'Hotel ristorante Reale di piazza Alfieri, gli aspiranti sommelier

avevano superato nelle scorse settimane gli esami teorici e di degustazione necessari

per il riconoscimento del titolo professionale.

Per tutti i neodiplomati, nella classica divisa dell'AIS con attestato e tastevin (la piccola

ciotola per la degustazione del vino che si appende al collo è che è simbolo del Sommelier)

anche gli auguri di svolgere al meglio il proprio importante ruolo di veri ambasciatori

del vino in un territorio per cui il vino è non solo sinonimo di lavoro ed economia

ma anche di eccellenza ed è biglietto da visita nel mondo.

Ecco i nomi dei nuovi Sommelier: Arena Alberto, Balocco Luca, Berruti Claudio,

Bollano Oriana, Cerruti Gianmario, Crippa Anita, Garbero Stefano, Giorcelli Alessia, Ivaldi Gaia,

Magnetti Andrea, Martinetto Mauro, Mina Marco, Moretti Manfredo, Murru Simone,

Pavesio Giovanni, Rizzo Andrea, Sponga Francesca, Torchio Luca, Trinchero Daniele,

Trinchero Stefano.


L'AIS Asti, con il delegato Giancarlo Nebbiolo, ha ora cominciato

a formare 56 nuovi aspiranti Sommelier che nelle scorse settimane

hanno cominciato un nuovo percorso di Alta Formazione.

 

sommelier2014berlucchi

 
« InizioPrec.12345678Succ.Fine »

Pagina 1 di 8